domenica, aprile 29, 2007

BRANCO

Frost prendeva la strada meno battuta nel bosco; qui sembra invece di avere l'obbligo di solcare sempre la stessa, non importa se intorno si aprono milioni di percorsi isolati.
L'importante e' rimanere nel branco ed essergli fedele nei secoli che verranno. Amen.
Battere la faccia dietro al culo di un altro: questo si' che da' sicurezza, questo si' che da' la misura della nostra personalita'.
Furbi e veloci, pronti a prendere e consumare nella frazione di 1 secondo.

C'e' ancora oggi qualcuno, o per meglio dire 1 moltitudine, che preferisce scegliere di credere ad un dogma anziche' ragionare col proprio seppur modesto cervello.
Preferisce rinnegare la propria liberta' di pensiero in nome dell'identificazione in un branco: quando si dice che l'unione fa la forza..
L'ignoranza che fa violenza e genera paura.

Pensare che sia meglio "appoggiarsi" alle idee di qualcun' altro, loro pari, per decodificare il mondo.
Gente che si muove tra "Normale" e "Deviato", quando il loro atteggiamento, siore e siori, non ha davvero niente di normale, se vogliamo usare questo linguaggio.
Tirare su paletti per proteggersi dal nulla di vite sprecate.
E' una sorta di baratto della propria testa in cambio di un'esistenza "chiavi in mano" e con estensione di garanzia.

Una cosa del genere complica la vita anche a me.
Queste persone non e' che se ne stanno nel loro orticello di clausura a meditare e a ripetersi mantra dopo mantra: invece si spandono a macchia d'olio per "istruire" le masse, per toglierci dal nostro stato di barbarie, o noi tapini, rendendo il mondo un luogo difficile.
Vuoi perseguire una vita da pecora acefala? Bene, liberissimo, ma stai nel tuo, senza indottrinare il tuo prossimo "come te stesso".
Queste sono persone che hanno perso il contatto con loro stesse, e che sono diventate "carne da macello", prede incoscienti in balia dei poteri forti.
State alla larga, please.

(giocose riflessioni dopo un tete a tete con testimoni Geova, donnetta di casa frustrata e madre di famiglia osservante che non concepisce due persone senza figli, blogger demente che mi manda a cahare perche' sostengo che l'aborto sia un diritto)

SI

17 Comments:

Blogger Lateo said...

L'essere umano è per definizione socievole, e questo è l'aspetto positivo. Poi come dici tu una volta che si riunisce in branco in un modo più o meno democratico nomina il capo, al quale si affida: per cecità, per comodità, per debolezza, sua natura ecc. Da qui nasce il bisogno di essere del branco per paura di esserne fuori, e il desiderio da una parte di emarginare sempre più coloro che sono fuori, dall'altra di includere più gente possibile per rafforzare il proprio branco e le proprie sicurezze. Solo pochi anno difeso fino alla morte le proprie idee diverse, gli altri cercano il consenso, più persone credono in ciò che credo io e più ciò in cui credo è vero, dunque non è vero tanto perchè ci credo e ne sono assolutamente convinto ma perchè tante persone ci credono. Evviva le pecore.

7:44 AM  
Blogger skakkina said...

Riguardo a ieri, SI, non pensarci: ho imparato a mie spese a incazzarmi e scazzarmi con la persona in questione. Sono quella che ci si è scornata di più, finché ho capito un po' di cose, alla fine. Posso assicurarti che nonostante io sia la sua "neimica ufficiale", è un ragazzo che deve imparare ad incanalare innegabili intelligenza e passione in un modo un po' più costruttivo. Credimi.

Ciò non toglie che il fatto, non essendo la prima volta, ha avuto delle conseguenze. Puoi venire tu stessa a vederle.
Volevo dirti inoltre che sei sempre la benvenuta....pure se non ci leggi tutti i giorni! ;)

Ciao, toscanaccia!

5:18 PM  
Blogger Morgan said...

Dopo troppo tempo ritorno a trovare una vecchia cricca che quando c'era ancora Goccia Cotidiana leggevo spesso.
Un abbraccio e a presto.

Morgan

10:26 PM  
Blogger Fabio said...

Ancora una volta scusa anche da parte mia se nella BdF è accaduto un simile fatto.

5:38 AM  
Anonymous michele said...

;)

6:32 AM  
Blogger Cilions said...

Viva chi pensando con la propria testa forse si guadagna un po' più di solitudine ma che sicuramente si ama di più...
Ben tornata;)

2:23 PM  
Blogger nunzio said...

Io, personalmente, ho cercato un dialogo con i testimoni di Geova, perchè non volevo chiudergli la porta a priori (mi dà molto più fastidio quando trovo dietro le porte l'adesivo con su scritto: siamo cattolici... yact!!).
Comunque dopo alcuni incontri, ho constatato con tristezza che è come dice nelle sue riflessioni SI.
Provo un grande dispiacere, credevo potessero fregiarsi dell'appellativo cristiano di figli di Dio, invece a quanto pare, sono soltanto pecoroni.
Peccato, parlano della Parola di Dio, ma la sprecano come fossero molliche in terra.
Un saluto.

4:09 PM  
Blogger zed said...

Personalmente sto alla larga da qualsiasi tipo di "comunità", cattolica e non. Ho sempre pensato che quello fosse un modo per crearsi un mondo a parte in cui rifugiarsi. I testimoni di Geova sono i più famosi (anche perchè tra i più rompicoglioni della terra). Ma ce n'è tanti altri. Credo che siano di base piuttosto pazzi e squilibrati. Li detesto.

11:16 PM  
Blogger nunzio said...

E' sicuramente un modo e un mondo in cui rifugiarsi, ma considerato che l'uomo non è un'isola (in merito vedasi le teorie gnostiche se non si vuole affidarsi al messaggio cristiano), cerca instintivamente e ragionevolmente "la propria comunità", nella quale rappresenti e si senta rappresentato in ciò che crede. Per fare un'esempio: l'uomo non può vivere "materialmente" senza un'identità nazionale e sociale nella quale si integri e si ritrovi, così anche nel campo spirituale, dove appunto, più persone che si ritrovano in un credo, costituiscono di fatto, una comunità.
Da sempre infatti, chi si allontana dalle comunità e le ripudia, non è perchè in fondo, non ne sente il bisogno o altro, ma più semplicemente, non approfondendo la conoscenza, si "arrocca" dietro posizioni di comodo o giudizi affrettati, spesso dovuti anche a delusioni spirituali o facili agnosticismi.
Saluti.

12:57 PM  
Blogger zed said...

Caro Nunzio, la tua teoria è più che corretta. Tuttavia hai omesso termini importanti quali: "generalmente" o "mediamente". E' vero che l'essere umano cerca una comunità che "lo rispecchi" ma è pur vero che non è così per tutti. Personalmente non ho avuto delusioni spirituali (non avendo in vita mia mai avuto propensione per un qualunque tipo di spiritualità), nè mi arrocco dietro posizioni di comodo. Fondamentalmente sono furibonda con la chiesa... e con quasi tutte le sue derivazioni. La religione è un'altra cosa. Non tollero che mi si dica che i miei sono facili giudizi. Da anni osservo quello che succede intorno a me (grazie al cielo sono una persona che si sforza di informarsi). Probabilmente farò sempre parte di una minoranza ma ho imparato che i problemi me li devo risolvere da sola. Mi fa piacere se qualcuno la pensa come me, viceversa... me ne frego. Non voglio far parte di alcun tipo di comunità perchè questo significherebbe dovermi attenere a qualcosa che non cambia mai. Seguire sempre gli stessi schemi. La vita è una sola, non si può essere sempre uguali. Ogni tanto si deve variare.

8:45 PM  
Blogger nunzio said...

Ciao Zed, benvenuta nella mia minoranza :)

Scherzi a parte, anch'io non appartengo a nessuna comunità, ma ne sono circondato quotidianamente, le vivo, mi attraversano le loro idee, i loro progetti, i loro fallimenti, i loro trionfi... ed ho imparato ad amarli nonostante tutto.
Noi minoritari possiamo fare molto affinchè queste comunità vitali anche per noi, possano migliorare, noi siamo il loro occhio critico, il loro sguardo non miope, noi siamo utili per toglierli i paraocchi, loro sono le nostre leggi, la nostra spiritualità, la nostra nave.
Bye.

9:54 PM  
Blogger SI-FA-SI said...

x Lateo: Si', di solito funziona cosi' il ragionamento...In generale..Sinceramente la vedo in modo diverso: non penso sia la massa a determinare il valore e la verita' di un qualcosa, spesso e' il contrario...
XSkakkina: Ma figurati...Non e' una questione di prendersela o meno..Io di solito mi prendo a cuore tutto e di piu':-)E' che in questi giorni si sono concentrati alcuni incontri "critici":-) Mi spiace non poter trovare un dialogo con questo tipo di persone che, ci credo, dovrebbero riuscire ad indirizzare in altro modo queste energie..Dovrei imparare anch'io in parecchie cose..Il leggervi tutti i giorni e' impossibile, mi piacerebbe:-) Certo se quando faccio capolino faccio sto casino..:-)
XMorgan: Devo sempre trovare il tempo di fare una capatina nel nuovo blog caro Morgan...E' bello sapere che sei a giro con un progetto cosi' interessante, i miei complimenti!
X Michele: Welcome!
X Cilions: Cogli nel segno Cilions:-) Che ci vuoi fare, penso si viva meglio cosi'...O forse in un altro modo non potrei proprio, nemmeno a sforzarmi..
xNunzio: O Testimoni di Geova, o Cattolici o quant'altro, il mio rapporto con clero e affini e' definitivamente compromesso da secoli, e nemmeno ci tengo a rianimarlo:-)Ho sviluppato proprio reazioni allergiche a riguardo, e sul parlarci a palle ferme, devo ancora lavorarci parecchio, credimi..Certo, puoi provare a parlarci, una volta con queste persone: dopo ti accorgi che inseriscono il pilota automatico e giu' dogmi a go-go..Che gusto c'e'?
Non poter fare a meno di un'identita' nazionale mi lascia dei dubbi..Io leverei anche i confini, figurati, e rispolvererei quella bella parola :"apolide" che nn viene mai usata..
XZed: Condivido in pieno. La comunita'sembra qualcosa di innocuo, anzi benefico: ma penso che sia cmq da prendere con le molle, se proprio se ne sente il bisogno. Io non la sento quest'urgenza, e riesco a portare avanti le mie idee senza appoggi esterni, se possiamo dire cosi'.. Nemmeno io ho avuto delusioni spirituali: e' possibile che cresciuta in un ambiente standard, in famiglia standard, con amicizie standard abbia potuto sopravvivere senza il concetto insostituibile di comunita'? Sembra di si'...E cmq il blog e' strumento comunitario, di aggregazione, no? Non siamo cosi' asociali in fondo:-D

SI

10:00 PM  
Anonymous Demian said...

ma guardiamoci allo specchio, noi "voci fuori dal coro"...

cosa otteniamo dalla nostra vita?
ogni giorno una delusione peggiore.
ogni giorno un travaso di bile.

e allora possiamo davvero continuare arrogantemente a credere che la nostra via sia quella giusta?

è una domanda che faccio a noi tutti, me stesso compreso..

io sinceramente ho più di un dubbio.
in 19 anni di vita l'avere una mente libera mi ha portato pochissime soddisfazioni e molti, moltissimi problemi e incazzature irrisolvibili...

non so voi... ma io ho aperto gli occhi anche sulla "nostra" condizione, oltre che su quella del "branco"...
e non l'ho vista per nulla migliore...

10:46 PM  
Blogger SI-FA-SI said...

Gli occhi li tengo aperti, sia su di noi"voci fuori dal coro" che sugli altri che ho criticato..
Penso sia una questione di fedelta' ai propri principi, portando tanto rispetto e chiedendolo in cambio...
Parlare fuori dal coro, se ancora oggi in qualche situazione si puo' fare, non significa essere guidati verso soddisfazioni e gioia, tutt'altro, come vedi anche te..E allora?
Lottare e difendere le proprie idee ha significato in se', aldila' di gioia o incazzatura...

SI

3:02 PM  
Anonymous Demian said...

[non so se sia il caso, ma per sicurezza specifico che il mio commento non aveva alcuna intenzione polemica, era un quesito reale]

detto ciò..

io non credo nel valore assoluto di nulla. non credo nel "dover essere" kantiano. e non credo nelle giustificazioni basate su principi superiori al sentire umano.

è per questo motivo che mi domando molto spesso se in fondo sia davvero giusta la "nostra" condizione di "disincantati"...

quale valore ha se non porta alcun vantaggio?
lungi dall'essere una riflessione pragmatista, la mia...

solamente non credo si possa dire "abbiamo ragione noi, perchè è scritto da qualche parte nell'ordine delle cose".
questo è ciò su cui mi interrogo, e a volte mi chiedo se non sia più logico e più umano smetterla di prendersi tante facciate, visto che poi le cose non cambiano lo stesso, e lasciare il tempo che si trova, senza pretendere di cambiare qualcosa, e senza pretendere di vedere al di là di ciò che vede "il branco" (tra l'altro trovo orribile l'accezione negativa che si da a questa parola, che in sé sarebbe meravigliosa).

per amor proprio, prima di tutto.

3:51 PM  
Blogger SI-FA-SI said...

Non avevo pensato tu fossi polemico:-)
Il tuo e' un ragionamento dei "massimi sistemi", ammissibilissimo, che punta alla radice del perche'.
Per me e' esattamente per amor proprio che si continua a difendere le proprie idee, magari avendo meno soddisfazioni, ma quando ce l'hai sai che sono sincere e non "barattate"...
E' una questione personale, sono decisioni che ognuno prende in cuor suo, facendo la conta dei pro e contro...
Non ho la pretesa di riuscire a cambiare le cose, ma la mia indole e' tesa verso quella direzione, verso uno sforzo, aldila' che poi ci riesca o meno.
La questione attiene, alla fine, soltanto a quello che ci fa sentire meglio, penso. A quello che ci fa esprimere il ns essere umani nel modo migliore, per noi e per gli altri.
Poi, vabbe', uno puo' fare tutte le modifiche, resettaggi e crash che gli pare, ma mi chiedo: ne vale la pena?
Forse e'il classico caso del 50/50:-)

SI

2:33 PM  
Anonymous Anonimo said...

[p]You need a piece of Tiffany [url=http://www.nicejewelryuk.co.uk]tiffany jewelry uk[/url] bracelet more . The model of tiffany & company jewelry is straightforward and chic . Even as the share of goods it can track back to raw materials grows every year, "There is never [url=http://www.pandoracharms4uk.co.uk]pandora charms[/url] perfect certainty," Kowalski said . On February 18, 1902, Charles Lewis Tiffany, died of pneumonia [url=http://www.pandorajewellery4sale.co.uk]cheap pandora jewellery[/url] at the age of ninety, in Yonkers, New York . In [url=http://www.pandoraringssale.co.uk]pandora bracelets[/url] their total existence,jewelry Inexpensive Tiffany Jewelry Would make You Attractive Gals A, they go after the beauty and manner . The tumbler is a sterling silver necklace around your neck strengthened [url=http://www.tiffanyjewelleryok.co.uk]tiffany uk[/url] block lower factors, very similar to the contour of an emerald green . I隆炉ve always had a love for jewellery since being very young but it was only really when I could afford [url=http://www.pandorajewellery4sale.co.uk]pandora jewellery sale[/url] to buy jewellery that I began seriously collecting antique pieces . With more than 200 million visitors a year, more than 300 shops and 5 million square feet of space runcit, Oxford Street charged into the busiest streets of London.[/p]

9:06 PM  

Posta un commento

<< Home